26 febbraio 2008

Noi… parte seconda…

by Zava on

ho visto che il primo NOI vi è piaciuto particolarmente, vi propongo al seconda parte 😉

clikka su continua per leggere tutti i noi 😉

Noi,
noi che spendevamo la nostra paghetta per comprarci il corriere dei piccoli
noi che sparavamo con le pistole….della polistil
noi che compravamo i dischi originali perché costavano poco
noi che sognavamo di possedere una salta fossa
noi che d’estate giocavamo a rialzo sul marciapiede
noi che rispettavamo i più vecchi
noi che giocavamo alla guerra come se fosse un ricordo lontano
noi che spendevamo tutti i nostri averi per indossare le Timberland, la cintura di el charro e le felpe della best company
noi che credevamo alla democrazia
noi che facevamo la gara della bolla più grossa con le big bubble
noi che le uniche pastiglie che conoscevamo erano le aspirine per curare la febbre
noi che se venivi bocciato a scuola o rimandato scattava il terrore in casa e andavi in castigo
noi
noi
noi
noi che rispettavamo i muri e i monumenti delle nostre città
noi che il computer era il commodore 64
noi che eravamo orgogliosi di essere Italiani
noi che per caricare un gioco sul computer ci mettevamo 20 minuti con le cassette che emettevano  quel rumore tipo fax
noi che il cellulare era quello dei carabinieri
noi che ci vantavamo con gli amici di averle toccato una tetta
noi che passavamo i pomeriggi con gli amici in piazzetta a parlare di garelli vip 4 elaborati
noi che il danno più grosso che facevamo era rubare le matite alla rinascente
noi che i nostri miti erano super eroi e non froci della tv
noi che guardavamo buona domenica perché era divertente
noi che per invitare fuori una ragazza dovevamo chiamare a casa e superare il filtro della mamma
noi che ci sentivamo fighi se avevamo il carburatore dell’orto del 19 pari sulla vespa
noi che sfrigolavamo in bocca con i frizzi pazzi
noi che ci facevamo le pippe con la postalmaeket, con corpio e con blitz
noi che nevicava in città e si scendeva dalla collina con i sacchetti della spazzatura
noi
noi
noi
noi che a natale c’era sempre il film di asterix
noi che avevamo la penna da 12 colori la gomma profumata e la replay cancellabile
noi che facevamo la capannetta sull’albero
noi che bevevamo dalla fontana dei giardinetti o dalla stessa bottiglia senza prendere le malattie
noi che la frutta si mangiava con la buccia senza metterla a bagno nel lisoform
noi con l’ippopotamo della pampers il gufo della dolce ochessina e il delfino del galak
noi che mangiavamo le goleador dopo l’allenamento
noi che mettevamo i jeans con i risvolti scozzesi
noi che facevamo 5 sacchi di miscela al motorino
noi che i giocatori nelle squadre erano più o meno gli stessi e gli stranieri erano meno degli italiani
noi che leggevamo la pubblicità degli occhiali a raggi X sull’ultima pagina del tele 7
noi che tagliavamo il tonno con un grissino
noi che giocavamo in piazzetta con il tango e il supertele
noi che a quelle che ci piacevano gli scrivevamo la letterina
noi che ci coprivamo le mani di vinavil per poi toglierlo come pelle secca
noi che Samantha Fox era porno
noi che le sigarette facevano male anche se non c’era scritto
noi che l’unione sovietica era ivan drago

NOI CHE SIAMO ANCORA QUI E CERTE COSE LE ABBIAMO DIMENTICATE E SORRIDIAMO QUANDO CE LE RICORDIAMO, NOI CHE SIAMO STATI QUESTE COSE E GLI ALTRI NON SANNO COSA SI SONO PERSI

No tags for this post.

Aspettando il bel tempo…

by Zava on

Aspettando il bel tempo mi sono messo in regola con alcune cose per la moto…
Ammetto di essere stato un incosciente ad andare in giro per tutta l’ estate col casco che avevo…
In fin dei conti un casco che avevo pagato comunque mezzo milione… ma un casco che ho rpeso sette anni e 15 kili prima…

Ecco gli acquisti :

Kit Sicurezza per moto ;)

Casco Arai Chaser modello Wraith 😉
preso da Ireno al Garda Moto a Peschiera del Garda, ho cercato in internet dovo averlo preso e mi ha fatto un bel prezzo davvero 😉

Ancora gli indispensabili stivaletti per non fare fuori altre paia di Nike…
Kit Sicurezza per moto ;)
Sono dei "Formula" il problema era il 46 😉
Molto comodi e morbidi, Seppure lo stile e la colorazione siano sportivi, sono da turismo, hanno solo una placca esterna, credo sia più decorativa che altro… veramente molto morbide e comode, non ci covrebbero essere problemi nemmeno per camminare… alle pover Nike Air Max 97 ho staccato una suola in curva… 🙁

Indispenabile davvero per la sicurezza :
Kit Sicurezza per moto ;)

Chiamatelo Parasciena, chiamatelo guscio, ciamatelo tartaruga, ma per sentirsi sicuri ci vuole.
Io ho un bel giubbino, è marchiato Ducati, ma è un dainese, ha già le gomitiere e le protezioni sulle spalle, ma peccava per la schiena, certo non è un giubbino da pista o uan tuta, ma colmiamo questa unica mancanza con il suo accessori, il Parachiena della dainese 😉

No tags for this post.

… over the rainbow ?

by Zava on

Somewhere over the rainbowAndare oltre ?
Avere il coraggio di cambiare vita ?
Prendere mollare tutto e andare ?
C’e’ chi ci riesce.
Qualche tempo fa ho reincontrato una persona del mio passato recente, una persona con cui ci sono state emozioni.
Dopo un ciao come va ? e un tutto bene mi dice : "ho mollato tutto"
… avevo già capito… ci sono alcune persone che negli occhi hanno una luce… dal loro sguardo riesci a capire quale sia la loro energia e la loro carica… lei non aveva mai avuto quello sguardo…
Non avevo capito che aveva mollato tutto, avevo capito che era cambiato qualcosa, adesso c’e’ un sogno, un’ idea, un qualcosa per cui valga la pena di vivere
Non importo cosa habbia mollato (… ma ha mollato veramente tanto) , importa che ha avuto il coraggio, la volgia, il desiderio, l’ energia di farlo, di inseguire la volgia di fare, la volgia di vivere.

Lei, ha inseguito un sogno, un sogno semplice, vole vedere oltre, vuole vedere cosa c’e’ dietro quello che già conosce, vuole vedere cosa c’e’ oltre…

perchè chissa, da qualche parte, magari oltre l’ arcobaleno c’e’ qualcosa di bellissimo che la aspetta…
… come dicevamo "… somewhere over the rainbow…"

C’e’ una bella canzone, molto bella… cantata da tantissimi artisti… io preferisco al versione cantata da "Israel Kamakawiwo Ole" semplice, bella, romantica, triste, ti resta dentro e ti ricorda le persone che ti stanno vicino, ognuno di essi ti da un po’ di colore nel grigio di tutti i giorni 😉

No tags for this post.

Mercatini di Natale di Bolzano e MeranoUn po’ in ritardo, ma parliamo dei famosi Mercatini di Natale di Bolzano e Merano, un bel ricordo Wink
Erano un tre anni che non ci andavo… Sono cambiati molto, sopratutto Merano, quello che preferisco.
Il Mercatino di Merano è ben disposto, le bancarelle sono sui due lati della strada che costeggia il fiume; le bancarelle vendono decorazioni di tutti i tipi, da bellissime palle di vetro decorate a mano come quella della foto qui a fianco a pupazzetti in paglia e fieno intrecciati con ramoscelli, cuori di marzapane, e decorazioni natalizie di tutti i tipi.

Siamo stati fortunati, una bella giornata di sole ci ha accompagnato 😉
Durante le ricerche ho fatto un bell’ acquisto : Il Presepe da mettere alla Zeta!Mercatini di Natale di Bolzano e Merano

Il mercatino di Bolzano è disposto in una piazza, credo che il numero di bancarelle sia superiore numericamente a quello di merano.
La  merce, quello che viene venduto è  invece diverso, ci sono una valanga di bancarelle che vendono "roba" più commerciale…  più da supermercato…
Altre bancarelle invece hanno cose carinissime tipo i ricci di rami 😉 Molto belle anche le decorazioni da appendere !

Belle e tipici i suonatori,  l’ albero della piazza e le palle appese dalle piante !

Insomma un bel modo di passare una fredda domenica di dicembre. 

–> FOTO MERCATINI DI NATALE MERANO E BOLZANO <– 

No tags for this post.
Stella Sceriffo Compleanno Ghido e Zava
Sabato scorso festa di Compleanno per i 30 anni dello Zava (io :D) ed i 28 del Ghido !
Serata con festa a tema ovviamente!
L’ argomento, scelto per festeggiare è stato di carattere Western / Cowboy da come potete già vedere dalla foto della torta!
Volevo ringraziare tutti i partecipanti perchè hanno risposto con grandisssimo entusiasmo e grande partecipazione calandosi nello spirito della festa.
Le foto della serata sono veramente tante, sono la bellezza di 140, m asarà con piacere che vi elenco le cose più degne di nota della serata.
La grande festa si è svulta in 2 fasi :
– Aperitivo lungo e cena al Km3 a Levata
– Torta Bottiglie e Festa allo Knix Knox
 
Ecco i tanti amici e tanti momenti della serata :
 
Checco
 
Per guardare con calma tutte 140 foto della serata a tema Cowboys Western svoltasi al Km3 e al Knix cliccate qui sotto :
 
 
GRAZIE ANCORA A TUTTI DI ESSERE VENUTI, DI ESSERVI VESTITI, DI AVER PARTECIPATO, DI AVER TELEFONATO, DI AVER MANDATO UN SMS, DI AVER FATTO LA BALLA, DI AVER MANGIATO LA TORTA E DI AVER FATTO DEL GRAN BATTELLO. GRAZIE ANCORA A TUTTI 
No tags for this post.
Sogni Pensieri e Desideri
 
I sogni…

C’ e’ un modo per essere più liberi?
La fantasia, i pensieri, i desideri, l’ oblio, il tutto ed il nulla ?

Esiste al mondo un posto dove si possa essere più liberi che in un sogno ?

Non lo so…
I sogno ed il desiderio di realizzerli… adrenalina, entusiasmo, sofferenza, insonnia, tremiti, ansia, brividi, volgia di fare, abbandono, sconsolatezza, emozioni, pianti a dirotto e lacrime di gioia… i sogni…
Può un sogno diventare irrealizzabile ?
E quando si realizza davvero se era un sono di quelli veri, di quelli che sentiamo sino nel midollo ? Cosa Succede ?

 Pollon Glitter
 
No tags for this post.

Noi …

by Zava on

Se avete 6 minuti ed avere qualche anno di più o di meno di me credo proverete quello che ho provato io a sentire queste parole

Sono parole semplici, davvero tanto semplici.
Così semplici che chi come me si diverte con poco sorriderà di nostalgia e avrà un pensiero triste che durerà molto poco tra un NOI e l’ altro, e farà grandi sorrisi ed avrà un milione di ricordi che pensava di avere perduto ad ogni NOI

 

Noi che la penitenza era ‘dire fare baciare lettera testamento’.
Noi che ci sentivamo ricchi se avevamo ‘Parco DellaVittoria e Viale Dei Giardini’.
Noi che i pattini avevano 4 ruote e si allungavano quando il piede cresceva.
Noi che chi lasciava la scia più lunga nella frenata con la bici era il più figo.
Noi che il Ciao si accendeva pedalando.
Noi che suonavamo al campanello per chiedere se c’era l’amico in casa.
Noi che dopo la prima partita c’era la rivincita, e poi la bella, e poi la bella della bella..
Noi che giocavamo a ‘Indovina Chi?’ e conoscevamo tutti i personaggi a memoria.
Noi che giocavamo a Forza 4.
Noi che giocavamo a nomi, cose, animali, città… (e la città con la D era sempre Domodossola).
Noi che ci mancavano sempre quattro figurine per finire l’album Panini.
Noi che avevamo il ‘nascondiglio segreto’ con il ‘passaggio segreto’.
Noi che ci divertivamo anche facendo ‘Strega comanda color.’.
Noi che giocavamo a ‘Merda’ con le carte.
Noi che le cassette se le mangiava il mangianastri, e ci toccava riavvolgere il nastro con la bic.
Noi che avevamo i cartoni animati belli.!!
Noi che litigavamo su chi fosse più forte tra Goldrake, Mazinga, Daitan3, Gundam, Astro-Robot e Daltanious.
Noi che ‘Sì, ma Julian Ross se solo non fosse malato di cuore sarebbe piu forte di Holly e Mark Lenders…’
Noi che guardavamo ‘La Casa Nella Prateria’ anche se metteva tristezza.
Noi che le barzellette erano Pierino, il fantasmaformaggino o un francese, un tedesco e un italiano.
Noi che ci emozionavamo per un bacio su una guancia.
Noi che si andava in cabina a telefonare.
Noi che c’era la Polaroid e aspettavi che si vedesse la foto.
Noi che non era Natale se alla tv nonvedevamo la pubblicità della Coca Cola con l’albero.
Noi che se guardavamo tutto il film delle 20:30 eravamo andati a dormire tardissimo.
Noi che suonavamo ai campanelli e poi scappavamo.
Noi che ci sbucciavamo il ginocchio, ci mettevamo il mercuro cromo, e più era rosso più eri figo
Noi che nelle foto delle gite facevamo le corna ed eravamo sempre sorridenti.
Noi che quando a scuola c’era l’ora di ginnastica partivamo da casa in tuta.
Noi che a scuola ci andavamo da soli e tornavamo da soli.
Noi che se a scuola la maestra ti dava un ceffone, la mamma te ne dava tre.
Noi che se a scuola la maestra ti metteva una nota sul diario, a casa era il terrore.
Noi che le ricerche le facevamo in biblioteca, mica su Google.
Noi che il ‘Disastro di Cernobyl’ vuol dire che non potevamo bere il latte alla mattina.
Noi che si poteva star fuori in bici il pomeriggio.
Noi che si attaccavano le figurine doppie panini sulle ruote della bicicletta a mo’ di motorino
Noi che se andavi in strada non era così pericoloso.
Noi che però sapevamo che erano le 4 perché stava per iniziare BIM BUM BAM.
Noi che ci siamo riempiti le braccia di lividi con le due palline del ClickClack
Noi che sapevamo che ormai era pronta la cena perché c’era Happy Days.
Noi che il primo novembre era ‘Tutti i Santi’, mica Halloween.
Noi che a scuola con lo zaino Invicta e la Smemoranda.
Noi che se la notte ti svegliavi e accendevi la tv vedevi il segnale di interruzione delle trasmissioni con quel rumore fastidioso.
Noi che abbiamo avuto le tute lucide che facevano troppo figo.
Noi che all’oratorio dove le caramelle costavano 10 lire e i ghiaccioli 100.
Noi che si suonava la pianola Bontempi.
Noi che la Ferrari era Alboreto, la McLaren Prost, la Williams Mansell, la Lotus Senna e Piquet, la Benetton Nannini e la Tyrrel a 6 ruote!!!!!
Noi che la merenda era la Girella e il Billy all’arancia.
Noi che le macchine avevano la targa nera, i numeri bianchi e la sigla della provincia in arancione!!
Noi che guardavamo allucinati il futuro nel Drive In con i paninari.
Noi che il Twix si chiamava Raider e faceva competizione al Mars.
Noi che abbiamo passato belle serate in bagno dopo Colpo Grosso (per gli ometti!!!).
Noi che giocavamo col tennis in B/N, space invader, e il Commodore a 64 colori e ci sembrava la nasa.
Noi che le All Star le compravi al mercato a 10.000 lire e c’erano le Nike Legend e le Clark azzurre.
Noi che avere un genitore divorziato era impossibile.
Noi che tiravamo le manine appiccicose delle patatine sui capelli delle femmine.
Noi che abbiamo avuto tutti il bomber blu/verde con l’interno arancione e i miniciccioli nel taschino.
Noi che se eri bocciato in 3° media potevi arrivare con il Fifty o il Cobra truccato ed eri un figo della madonna!!!

NOI CHE SIAMO ANCORA QUI E
CERTE COSE LE ABBIAMO DIMENTICATE E SORRIDIAMO QUANDO CE LE RICORDIAMO
NOI CHE SIAMO STATI QUESTE COSE E GLI ALTRI NON SANNO COSA SI SONO
PERSI!!!

No tags for this post.